Tel +39 0331 734 200
Il mortaio è un oggetto di origine antichissima. Da sempre, infatti, vi è la necessità di ridurre in piccoli frammenti o di spezzare ingredienti per cibi o medicamenti (basti pensare alla necessità di ridurre il grano in farina). Antenato del mortaio è il mulino. E’ nel tentativo di ridurre le dimensioni della macina e la complessità del meccanismo di macinazione che venne creato il mortaio. In particolare, le esigenze di macinazione di piccoli qualitativi di ingredienti, prima che esistesse un attrezzo apposito, venivano assolte sfruttando cavità rocciose naturali. Si hanno testimonianze dell’esistenza del mortaio già da tempi antichissimi. La Bibbia, per esempio, ne riporta testimonianza: “La manna veniva pestata nel mortaio per preparare focacce” (Nomi, Capo XI, v. 8). Il nome stesso di questo oggetto ha una etimologia incerta e variegata: dal volgare mortarius, derivato da mortare (fare in parti), a sua volta estratto da Morta, una delle Parche il cui nome proveniva addirittura dal verbo ittita mark (spezzare, dividere, fare in parti). In epoca medievale, l’uso del mortaio si diffuse soprattutto fra farmacisti, medici, dentisti e orafi. Erano queste, infatti, le professioni che richiedevano l’uso di uno specifico strumento per frantumare i materiali più vari. Il materiale di cui era fatto il mortaio, poi, cambiava a seconda di ciò che si doveva frantumare. Per esempio, l’amalgama d’argento usata per le otturazioni necessitava di un mortaio di vetro; le perle e le pietre preziose, invece, richiedevano un mortaio di agata o porfido. E’ nel XV e XVI secolo che si diffusero i mortai in ferro riccamente intarsiati e utilizzati, soprattutto nelle cucine delle nobili case. La particolare lavorazione e decorazione di questi oggetti era dovuta al fatto che il mortaio smise di essere un mero utensile di lavoro ma divenne un oggetto d’arredo, soggetto alle regole della moda e del gusto dell’eleganza del tempo. Anche oggi, il mortaio è un oggetto che esprime gusto ed eleganza. Possedere un mortaio e utilizzarlo è una scelta di raffinatezza e di ricercatezza. I mortai Bembo sono studiati nel design e nei materiali per adattarsi a molti stili d’arredo e a molte funzionalità. Mortai in marmo di Carrara, in granito, in ghisa, in legno, dal design classico o più moderno, uniscono bellezza e funzionalità.